Ci vuole una comunicazione di qualità per favorire interazioni produttive.
Chiunque voglia raggiungere obiettivi specifici, e che sono il risultato di iniziative impiegate all’interno
dell’azienda (e anche fuori), deve porre in essere una strategia di comunicazione forte e di qualità, che
miri al rafforzamento di questi programmi, e che dovrebbe portare molti benefici.
Ad esempio, la comunicazione di qualità incrementa l’incidenza di interazione positiva fra i membri
dell’organizzazione. Impiegare in modo uniforme comunicazione positiva e costruttiva, equivale a
trasmettere un messaggio consistente. Nel fare ciò l’azienda afferma che tutta la comunicazione all’interno
della struttura sia basata sul rispetto per l’individuo e sull’apprezzamento del valore di ciascuno e del suo
contributo agli sforzi aziendali. Una strategia di comunicazione dovrebbe sostenere, favorire e rafforzare
la missione e la cultura dell’organizzazione.
Ecco dei semplici criteri adottabili da ciascun membro dell’organizzazione e in grado di assicurare
interazioni positive e salutari:
• Incoraggiare le persone ad esprimere comportamenti corretti
• Divertirsi quando possibile
• Comportarsi con entusiasmo
• Trovare modo di applicare nuove idee, evitando di soffermarsi sui lati negativi della loro
applicazione
• Essere coraggiosi; rischiare
• Agire con iniziativa
• Aiutare gli altri ad avere successo
• Mantenere un atteggiamento mentale positivo
• Non credere nei pettegolezzi, verificando la loro fondatezza prima di ripeterli
• Parlare positivamente degli altri ogniqualvolta vi si presenti l’opportunità
• Privilegiare il silenzio quando non vi siano cose positive da dire
E’ davvero molto semplice mettere in pratica questi principi basilari all’interno della vostra
organizzazione. Ecco alcune suggerimenti pratici:
1. Parlando con gli altri, dare risposte brevi e chiare in grado di catturare la loro attenzione. Non
intrattenere una conversazione in mancanza di cose importanti da dire.
2. Ogniqualvolta sia possibile, fare domande che consentono al vostro interlocutore di dialogare con
voi.
3. Quando qualcuno presenta un’idea un po’ stravagante chiedere, “Come potrebbe essere messa in
pratica?”, piuttosto che rispondere, “Abbiamo provato ad attuarla anni fa ma senza successo.”
4. Quando si conversa con un’altra persona, fare sì che questa possa esprimere pienamente il proprio
pensiero prima di replicare. Ascoltare per intero l’idea o l’affermazione della persona; non
interrompere e non ribattere sulla base di una parola, frase o affermazione.
5. Ogni qualvolta sia possibile, riformulare le informazioni appena ricevute per assicurarsi che vi sia
davvero una comunicazione in atto ovvero che il messaggio sia comune alle parti.
6. Riconoscere l’importanza delle idee offerte dal vostro interlocutore. Anche se tali idee non
vengono considerate importanti, trasmettere all’interlocutore tutto il vostro rispetto per il suo
contributo.
Sono tattiche semplici ma incisive, di forte impatto sulla capacità di apprendere e sulla organizzazione.,
la cui chiave di volta consiste nell’applicarle con costanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.