INCORAGGIARE-OBIETTIVI-www.pr3.it-www.corsodivendita.com-oliviero-castellaniUna delle abitudini più importanti che possiamo acquisire è quella di stabilire quotidianamente degli obiettivi; è una cosa piuttosto semplice, dallo stabilire la propria perdita di peso in un determinato periodo, alla decisione di trovare un lavoro migliore o più remunerato.

Stabilire degli obiettivi vuol dire scriverli dando loro una data di scadenza.

Possiamo usare un’agendina, un block notes o un palmare, qualunque cosa possiamo portare sempre con noi e nella quale annotare tutte le decisioni che prendiamo.

Più siamo specifici su ciò che vogliamo e quando lo vogliamo, e più ci diamo steps di controllo ravvicinati, più sarà potente l’effetto che ne otterremo.

Gli obiettivi scritti e affermati in questo modo, controllati quotidianamente o quasi, attivano leggi di aspettativa e di attrazione, facendoci sviluppare una visione migliore di ciò che è possibile per noi, aumentando la nostra energia e la nostra creatività.

Obiettivi positivi e personali, scadenziati a breve e medio periodo, controllati ripetutamente, premono sull’acceleratore del nostro potenziale, facendoci muovere più rapidamente verso di loro, e facendoli muovere più rapidamente verso di noi.

Un’importante abitudine di pensiero sviluppata dagli ottimisti è l’orientamento all’eccellenza.

Il fatto è che, per ottenere qualcosa che non abbiamo mai ottenuto prima, dobbiamo acquisire e padroneggiare una o più abilità che non abbiamo mai avuto prima.

In altre parole, se vogliamo cambiare qualcosa del nostro mondo esteriore, o raggiungere un obiettivo che non abbiamo mai realizzato prima, dobbiamo modificare in qualche modo il nostro mondo interiore, attraverso una o più nuove abilità.

La buona notizia è che le abilità, come le abitudini, si possono imparare, in quanto si tratta semplicemente di pratica e ripetizione.

Perciò facciamoci questa domanda “qual è l’abilità che, se la sviluppassi e praticassi in modo consistente ed eccellente, avrebbe il maggior impatto positivo sulla mia vita (personale e/o professionale)?”

Dobbiamo sviluppare di identificare e lavorare sulle nostre abilità più deboli.

Migliorarci su quelle principali avrà un impatto immediato, e maggiore, sui nostri risultati rispetto a qualsiasi altra cosa possiamo fare.

Se un gruppo di bambini va a fare una passeggiata, quale bambino determina la velocità di tutto il gruppo? Quello più lento!

Cosa definisce la vera forza di una catena? Il suo anello più debole.

La nostra abilità primaria più debole rappresenta il  nostro bambino più lento.

Stabilisce il ritmo con cui avanziamo e ci evolviamo e determina fin dove possiamo arrivare.

Se qualcuno sta andando meglio di noi, significa solo che ha cominciato a lavorare su se stesso in un certo modo prima di noi.

Il nostro compito è metterci a testa bassa e lavorare sodo su noi stessi.

Dobbiamo sviluppare pensieri, e conseguenti azioni, che ci orientino a crescere.

L’orientamento alla crescita prevede che acquisiamo l’abitudine all’apprendimento permanente, vale a dire l’abitudine all’aggiornamento personale e professionale continuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.