Quanto siete d’accordo con questa affermazione?
Quando gli elementi della tua comunicazione disegneranno e costruiranno uno scenario, e lo scenario rappresenterà una storia credibile per il tuo cliente, allora potrai essere certo di aver costruito un habitat fertile che faciliterà l’acquisto per i tuoi clienti.

One Response to Facilitare l’acquisto

  1. Frank Merenda scrive:

    Personalmente sono molto d’accordo. Il dato è che gli elementi di comunicazione, intesi come semplice “modo di condurre la trattativa”, non sono più sufficienti. Gli scenari sono cambiati dal 2007 e cambieranno sempre più velocemente.

    Oggi le aziende sono sempre meno (chiudono) e sempre più attente a non commettere sciocchezze in acquisti avventati.

    L’epoca del venditore inteso come “bravo affabulatore” è finita. Morta. Sepolta.

    Se non sei posizionato nella testa del cliente, ben prima di incontrarlo, come un esperto o uno specialista nel tuo settore, sei out.

    Beccherai una valanga di :”Si interessante, ne parlo in settimana col mio socio e la richiamo io”… per poi ovviamente veder questo cliente scomparire e il tuo affare sfumare.

    Magari gli hai pure lasciato un bel preventivo (scritto o verbale poco cambia), che lui userà per andare dalla concorrenza o dal suo attuale fornitore per tirargli giù il prezzo un altro po’.

    Ciò detto, creare l’habitat fertile è come hai scritto, di fondamentale importanza. Solo che una volta si faceva nell’ufficio del cliente…oggi si fa molto…molto prima.

    Fortunatamente in Italia siamo ancora al servile: “Buongiorno dottore, le rubo solo due minuti…”, quindi finchè la concorrenza si mantiene su questo livello…c’è spazio per fare man bassa.

    Buone vendite ed alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.