speranza

Speranza e paura.

Queste due parole si alternano ormai nelle conversazioni con amici e conoscenti.

Il mondo sembra una grande incubatrice di nuove paure, che paralizzano e rendono difficile guardare al futuro con fiducia.

La paura si annida dappertutto, può essere un attentato terroristico, un terremoto, una recessione in borsa, un nuovo virus.

O, ancora, la minaccia del nucleare, il degrado ambientale, la manipolazione genetica del corpo, cresce un sentimento di insicurezza, generata dalla percezione della perdita di controllo sugli eventi che caratterizza l’età globale.

Accanto a queste inquietudini pubbliche si aggiungono le preoccupazioni e l’insicurezza che riguardano la nostra soggettività.

Le nostre paure quotidiane, piccole e grandi.

La paura di ammalarsi, di perdere il lavoro, di rimanere soli, di invecchiare, paure he ognuno di noi vive in modo più o meno intenso.

Decriptare le nostre paure, e farle diventare una forza essenziale per la nostra vita, significa dare a ciascuno di noi vere ragioni per credere in se stesso e avere fiducia nell’avvenire.

In ogni percorso vince sempre la concretezza . . .  si apprende da ciò che funziona, e sta già funzionando per altri!

Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.