Identificare lo stress

IDENTIFICARE-STRESS-www.pr3.it-www.corsodivendita.com-oliviero-castellaniStress significa diverse cose, e la gente considera lo stress in vari modi.

Per alcuni è legato ad un insieme di sensazioni che li rende consapevoli del fatto che qualcosa non va bene, per altri è fondamentalmente costituito da una serie di eventi stressanti, e ritenuti prevedibili, in quanto l’esperienza umana comprende una vasta gamma di situazioni aventi un significato importante.

Per altri ancora è uno stile di vita, e per alcuni lo stress è il determinatore di sintomi fisici quali l’ulcera, l’infarto, l’ipertensione, ecc.

I più comuni fattori, universalmente riconosciuti, per identificare lo stress sono:

  • Sentimenti: irrequietezza, sensazione di agitazione, ansia, depressione;
  • Eventi: morte di un familiare, divorzio, separazione, insuccesso professionale;
  • Stile di vita: forte intraprendenza, aggressività, sensazione di mancanza di tempo, impazienza, senso di colpa quando non si lavora;
  • Sintomi fisici: ulcera, emicrania, ipertensione, infarto, cefalea

E’ facile riconoscere lo stress nei momenti infelici e tristi della vita, ma dobbiamo riconoscere che tutti i cambiamenti della nostra vita, anche quelli piacevoli, possono essere fonte di stress, sia dal punto di vista della salute fisica, sia di quella mentale.

I cambiamenti della vita ed i loro effetti sullo stress sono stati oggetto di studio da parte di Thomas H. Holmes e Richard H. Rahe i quali hanno dato vita, nel 1967, ad un test di autovalutazione del proprio stress, tutt’ora in uso in molte aule e consultori. (Try the stress test  – http://www.epigee.org/stress_quiz.html)

Essi hanno catalogato 43 eventi per aiutare le persone a capire quali sono le fonti di stress della loro vita ed agli stessi hanno dato un punteggio; i risultati del test, dati dalla somma dei punteggi degli eventi riconosciuti come propri, indicano quante sono le probabilità di “ammalarsi” nei due anni a seguire.

I detrattori di questo test lo additano come grossolano e superato, i fautori ne evidenziano la semplicità ed immediatezza per chiunque ne faccia uso, oltre all’attendibilità del risultato.

Comunque la si metta è ormai ampiamente provato lo stretto rapporto esistente tra stress emozionale e malattia, in quanto lo stesso è una fisiologica reazione di risposta dell’organismo a stimoli esterni e/o interni senza la quale verrebbe a mancare un fondamentale meccanismo di adattamento.

Se vengono a mancare i necessari intervalli di recupero, la reazione di stress passa in una fase di resistenza che si protrae e spesso si conclude con l’esaurimento dei meccanismi difensivi, incidendo sia sul piano psichico che somatico.

Purtroppo a volte non ci rendiamo conto delle tensioni accumulate, se non quando è troppo tardi.

Il nostro corpo ci manda continui segnali ma spesso facciamo finta di nulla e continuiamo a correre illudendoci, così facendo, di fare al meglio il nostro dovere.

Spesso si finisce addirittura per sentirsi in colpa se ci si concede qualche piccola pausa.

Si fa ricorso ai farmaci per dormire meglio, per il mal di testa, per i dolori articolari, per facilitare la digestione, per regolare la pressione.

Raramente si cerca di risalire alle cause di questi sintomi e troppe volte mettiamo in secondo piano la nostra salute e la rimandiamo ad un dopo che spesso non arriva mai.

Per scaricare lo stress, il primo punto dal quale partire è volerlo fare e non sempre sono necessari grandi cambiamenti; il più delle volte basta concedersi brevi pause, ogni giorno.

E’ difficile ? Sicuramente si, ma ci sembra che il tempo non basti mai.

Occorre creare in noi una nuova abitudine, così che giorno dopo girono benefici si faranno sentire migliorando le nostre performance:  il nostro lavoro e la nostra vita ne avranno un grande beneficio.

La vita va vissuta giorno per giorno e se oggi seminiamo quello che raccoglieremo domani, occorre non perdere mai di vista il qui e ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *